Thomas Tatzl

Il baritono austriaco Thomas Tatzl, dopo gli studi presso le Universitäten für Musik und Darstellende Kunst di Graz e Vienna, si perfeziona con Thomas Quasthoff, Helena Lazarska e Tom Krause.

Finalista e vincitore di vari concorsi internazionali, intraprende una rapida carriera approdando all’Opera di Zurigo, dove canta nella Fanciulla del West, Ballo in maschera, Elektra, Zauberflöte. 

 

Ottiene un grandissimo successo personale al Festival di Salisburgo nella produzione Labyrinth di Peter Winter (l’opera concepita come seguito della Zauberflöte mozartiana) sotto la direzione di Ivor Bolton, mentre suo cavallo di battaglia diventa Papageno che canta al Palau de les Arts di Valencia (Ottavio Dantone/Stephen Medcalf), all’Opera di Basilea, all’Opera di Colonia (Will Humburg), al Teatro Regio di Torino (Asher Fisch/Roberto Andò), alla Fenice di Venezia (Antonello Mancorda/Damiano Michieletto).

In Italia è inoltre Collatinus in Rape of Lucretia al Maggio Musicale Fiorentino (Johnatan Webb/Daniele Abbado), Figaro in Nozze di Figaro all’Opera di Roma (Roland Boer), Ford in Falstaff al Lirico di Cagliari (Donato Renzetti/Daniele Abbado) Guglielmo in Così fan tutte nei Teatri di Ravenna, Novara e Piacenza, Conte in Nozze di Figaro a Cagliari (Stefano Montanari/Jonathan Miller).

 

Partecipa alla produzione de El Publico di Mauricio Sotelo al Teatro Real di Madrid sotto la direzione di Pablo Heras-Casado e viene chiamato da Riccardo Muti per Die Schöpfung a Ravenna e a Otranto. Il concerto viene registrato dalla RAI.

Nel 2018 debutta alla Staatsoper di Vienna (Zauberflöte) e alla Bayerische Staatsoper (Arianna a Nasso).

 

Antonio Pappano lo sceglie nel 2016 per la IX Sinfonia di Beethoven in due concerti estivi con l’Orchestra Santa Cecilia alla Reggia di Caserta e allo Stadio Centrale del Tennis a Roma.

 

Tra le sue recenti partecipazioni in sedi concertistiche si segnalano: Die Schöpfung di Haydn a Ravenna e in Norvegia; Matthäus-Passion di Bach ad Antwerpen; IX Sinfonia di Beethoven a Milano, Lucerna, Zurigo, Roma, Madrid; Requiem di Mozart al San Carlo di Napoli e all’Auditorium Cariplo di Milano; Missa Solemnis di Beethoven a Tokyo; Messa in do min. di Mozart a Lipsia e Erfurt; The last things di Spohr alla Philharmonia di Berlino; Requiem di Fauré al Concertgebouw di Amsterdam; Paulus di Mendelssohn ad Antwerpen e Gent; Weihnachtsoratorium e Magnificat di Bach a Vienna.

Con la spettacolare e visionaria produzione Die Schöpfung elaborata nel 2017 da Carlus Padrissa e la sua compagnia Fura dels Baus, Thomas Tatzl è in tournée in Francia, Germania, Usa e Corea .

 

Impegni del 2019: la versione coreografica di Winterreise e Arianna a Nasso (Harlequin) alla Scala, Hoffmann’s Erzählungen a Beijing, numerosi concerti. 

 

http://www.thomas-tatzl.com/


recensioni

Corriere del Mezzogiorno - Dario Ascoli  / Pappano dona Beethoven alla Reggia di Caserta

l’esecuzione della Nona da parte di Orchestra e Coro di Santa Cecilia

"Un quartetto vocale di solisti dalla solida tecnica e con ottimo feeling con il direttore, Rachel Willis-Sorensen....Thomas Tatzl ha esordito imperioso e con il giusto colore, brunito ma con attenzione ad un testo luminoso."

05.07.2016