Rappresentanza artisti - Artists management for Italy

Martina Welschenbach

Martina Welschenbach

La soprano, Martina Welschenbach, è nata a Stoccarda, in Germania. Ha studiato musica al Conservatorio di Stoccarda, alla Guildhall School of Music e al Royal College of Music di Londra. Mentre ancora studiava, ha dato spettacoli in ruoli minori al Staatstheater di Stoccarda e al Teatro Nazionale di Zagabria. Ha vinto borse di studio dalla fondazione Konstantin and Kid Lambert e dal Servizio di scambio accademico tedesco (DAAD).

 

Nel 2005 è entrata a far parte dell'International Opera Studio del teatro lirico di Zurigo. Nel giro di poche settimane, fu assunta come membro dell'ensemble al teatro dell'opera. Nella stagione 2008/09, Martina Welschenbach si unì al gruppo della Deutsche Oper Berlin. Qui ha cantato Musetta/La Bohème, Gretel/Hänsel und Gretel, Oscar/Un Ballo in maschera, Ännchen/Der Freischütz e Echo/Ariadne auf Naxos, Clorinda/La Cenerentola, Susanna/Le Nozze di Figaro, Zerlina/Don Giovanni, Micaëla/Carmen, Pamina/The Magic Flute, Woglinde/Das Rheingold e Götterdämmerung, Karolka/Jenufa, Solveig/Peer Gynt, Liu/Turandot e Füchslein Schlaukopf/Schlaues Füchslein.

Nel corso della sua carriera, Martina Welschenbach ha lavorato con direttori famosi come Christoph Eschenbach, Vladimir Fedosejev, Nikolaus Harnoncourt, Cornelius Meister, Ingo Metzmacher, Carlo Rizzi, Donald Runnicles, Nello Santi, Peter Schneider, Franz Welser-Möst, Jonathan Nott, Sir Simon Rattle e i direttori di scena Claus Michael Gruber, Jens-Daniel Herzog, Martin Kuschej, Carlo Lievi, Christof Loy, Giancarlo del Monaco e David Pountney.

Nella stagione 2012/13, ha debuttato come Freia in Das Rheingold di Wagner ed Eva in Die Meistersinger von Nürnberg, aprendo con successo la strada nel repertorio tedesco.

Impegni come ospite e concerti la portarono a Vienna, Parigi, Lucerna, Stoccarda, Düsseldorf, Eutin, Lipsia e Gera. Tra i punti salienti il suo acclamato debutto all'Opéra National de Paris come Regina in Mathis der Maler sotto Christoph Eschenbach, il ruolo di Thekla/ Wallenstein con la ORF sotto Cornelius Meister al Konzerthaus di Vienna, il suo debutto come Fiordiligi/Così fan tutte in una versione concerto sotto Marcus Bosch, il debutto di ruolo di Tatjana/Eugene Onegin in diverse esecuzioni concertanti con la Nordwestdeutsche Philharmonie, e il suo debutto con l'Orchestra Filarmonica di Berlino con La Damoiselle élue di Claude Debussy sotto la direzione di Sir Donald Runnicles.

Dalla stagione 2015/16 in poi, Martina Welschenbach lavora come freelance, ma rimane un'acclamata cantante ospite alla Deutsche Oper Berlin, i suoi ruoli includono Mimì/La Bohème, Europa/Die Liebe der Danae, Irene in Rienzi di Wagner, Freia/Das Rheingold, Helmwige/Die Walküre, Fiordiligi/Così fan, Gretel/Hansel e Gretel così come Senta/ Der fliegende Holländer, un ruolo che ha interpretato anche a Nantes-Angers e Rennes. Debutti importanti sono stati il ruolo principale nella nuova produzione di Lulu a Wuppertaler Bühnen, Marschallin/Der Rosenkavalier e Leonore/ Fidelio al Theater Bonn nella stagione 19/20. All'inizio del 2020 segue la prima di Jan Dvořák e la rivista di teatro musicale di Philipp Stölzl Phantoms of the Opera al Nationaltheater Mannheim, prima di tornare alla Deutsche Oper Berlin come Senta/ Der Fliegende Holländer e Irene/ Rienzi.

Con il suo ruolo di Senta/Der Fliegende Holländer, che ha recentemente cantato alla Deutsche Oper Berlin e ai teatri d'opera di Nantes /Angers e Rennes, farà la sua prima apparizione come ospite alla Tampere Opera in Finlandia* nella stagione 2020/21 insieme al basso, Mika Kares e sotto la direzione di Anja Bihlmaier.

Nelle prossime stagioni Martina Welschenbach celebrerà due entusiasmanti debutti di ruolo, una volta come Sieglinde/ Walküre sotto la direzione di Nicholas Milton e la direzione di Aron Stiehl allo Stadttheater Klagenfurt e una volta al Teatro Comunale di Bologna come Elsa/Lohengrin sotto la direzione di Asher Fisch. Farà anche un'apparizione al New National Theatre di Tokyo con Senta/Der Fliegende Holländer.

 

www.martina-welschenbach.com

 

©2022