Ralf Weikert

Ralf Weikert, austriaco, ha studiato al Conservatorio Anton Bruckner di Linz e con Hans Swarowsky presso la Università di Musica di Vienna. 

Nel 1965 ha vinto il primo premio del Concorso “Nicolai Malko” di Copenhaghen. L’anno successivo gli è stato conferito il “Premio Mozart” dal Ministro della Cultura austriaco e, nel 1975, Karl Böhm gli ha personalmente consegnato il premio a lui intitolato. 

Dal 1971 Ralf Weikert è regolarmente ospite di vari Festival tra cui Salisburgo, Aix-en-Provence e Bregenz. Nel 1974 debutta alla Staatsoper di Vienna, poi ad Amburgo e, fino al 1977, ricopre la carica di direttore stabile e direttore artistico del teatro di Bonn. 

Successivamente passa a Francoforte e nel 1981 è nominato direttore stabile dell’Orchestra del Mozarteum e del Landestheater di Salisburgo. Seguono altri importanti impegni alla Deutsche Oper di Berlino, alla Bayerische Staatsoper di Monaco, al Metropolitan di New York, all’Arena di Verona, all’Operra di San Francisco Opera, per citarne alcuni, oltre alla carica di direttore principale dell’Opera di Zurigo, ricoperta dal 1983 al 1992.

A partire dal 1992 Ralf Weikert ha preferito dirigere come ospite nei teatri di Amburgo, Dresda, Berlino, Monaco, Vienna, Zurigo e Helsinki senza ricoprire incarichi stabili. 

Ha diretto concerti con le più prestigiose orchestre internazionali, tra cui: l’Orchestra della NDR di Amburgo, i Berliner Philharmoniker, la English Chamber Orchestra, l’Academy of St. Martin in the Fields a Londra, l’Orchestra Giuseppe Verdi di Milano, la Filarmonica di Oslo, la Nouvel Orchestre Philharmonique di Parigi, l’Orchestra Nazionale della RAI, la Scottish Chamber Orchestra, la Filarmonica Ceca di Praga, l’Orchestra della NHK di Tokyo, i Wiener Philharmoniker e Symphoniker, l’Orchestra della Tonhalle di Zurigo. 

Negli anni 2000 le produzioni di maggiore importanza e successo cui ha partecipato lo hanno visto sul podio di Helsinki per il ciclo completo dell’Anello del Nibelungo, Il Ratto dal serraglio, Salome e Arabella, al Teatro Massimo di Palermo per I Vespri siciliani, a Dresda per La Cenerentola e L’italiana in Algeri, ad Amburgo per Nabucco Aida e Carmen, a Zurigo per Lucia di Lammermoor, Il Flauto magico, Il Barbiere di Siviglia e Maria Stuarda, a Firenze e Bari per Salome, a Siviglia per la Manon di Massenet, a Tokyio per Ariadne auf Naxos, Zauberflöte e Don Giovanni, a Stoccolma per Capriccio ed Elektra. 

Grande conoscitore del repertorio wagneriano Ralf Weikert ha diretto a partire dal 2004 il Wagner-Festival di Wels fino alla sua chiusura avvenuta con Tannhäuser nel maggio 2015 e, dal 2008, ha una cattedra di Musica presso l’Università di Lucerna.