Urban Malmberg

Urban Malmberg è nato Stoccolma nel 1962. Nel 1973 è entrato a far parte del Coro di voci bianche della Opera Reale; nel 1974 è stato scritturato per la parte del Primo Genio nella celebre versione filmata di Zauberflöte per la regia di Ingmar Bergman (LP HMV-BBC Rec.).

Terminati gli studi di canto con Helge Brilioth, Hugo Hasslo e Erik Saedén, ha ottenuto una scrittura alla Staatsoper di Hamburg, dove ha interpretato i ruoli di Masetto, Leporello, Papageno, Guglielmo, Figaro, Malatesta, Kothner, Melot, Schaunard, Marcello, Ping, Harlekin, Il torturato (Nono / Intolleranza), Brengtsson (Reiman / Gespenstersonate) e Pentheus (Henze / Bassariden).

Successivamente ha cantato nei maggiori teatri del mondo: Staatsoper di Monaco, Deutsche Oper am Rhein, Opera di Francoforte, Bolshoi di Mosca, a Londra, San Francisco e Tokyo.

Fra i maggiori successi: Donner / Rheingold alla Opernhaus di Bonn, Guglielmo / Cosi fan tutte al Théâtre de la Monnaie Brüssel, Dandini ad Anversa, Malatesta a Vancouver, Saint-François d'Assise di Messiaen al Festival di Salisburgo e all'Opéra Bastille, Wozzeck a Berlino.

Un caloroso successo gli è venuto nel 2007 dalla sua partecipazione alla prima assoluta del compositore Pascal Dusapin Faustus, the last night (Mefistofele) programmata nei teatri di Berlino-Staatsoper e Parigi-Chatelet (direzione di Michael Boder e regia di Peter Mussbach). L'opera è stata pubblicata su Dvd. Ha partecipato anche al Riccardo III (Buckingham) di Giorgio Battistelli, opera messa in scena nel 2009 a Strasburgo per la regia di Bob Carsen e ripresa all'Opèra di Ginevra nel 2012.

Nel 2009 è stato Kurwenal a Lipsia, nel 2011 Wotan in Die Walkure a Karlstadt.

Ha partecipato alla produzione Die Soldaten di Zimmermann ad Amsterdam per la direzione di Hartmut Haenchen (2010).

In Italia ha cantato Peer Gynt nel 2000 alla Rai e Don Pizarro / Leonora al Carlo Felice di Genova; nel 2002 al Teatro Massimo di Palermo Der Tod / Kaiser von Atlantis di Ullmann e nel 2003 ha inaugurato il Parco della Musica a Roma con VIII Sinfonia di Mahler (direttore Myung-Whun Chung). Nel 2008, sempre a Roma, Requiem di Brahms con l'Orchestra Sinfonica di Roma (direttore Francesco La Vecchia); nel 2009 è stato protagonista ne Il sopravvissuto di Varsavia al Teatro Regio di Torino per la direzione di Gianandrea Noseda, che lo ha diretto anche come Grande Inquisitore in Leggenda di Alessandro Solbiati nel 2011. Nello stesso anno è stato uno degli interpreti dell'oratorio scritto da Luca Francesconi Terra al Teatro San Carlo di Napoli.

Fra i direttori con cui ha collaborato: Sawallisch, Schreier, Cambreling, Stein, Metzmacher, von Dohnanyi, Ozawa, Davis, Harnoncourt, Neeme e Kristjan Järvi, Runnicles, Janowski, Chung. Registi: Bergman, Ponnelle, Wernicke, Bondy, Kupfer, Sellars, Marelli, Carsen.


discografia

Deutsche Grammophon (Ariadne auf Naxos, Hermann / Hoffmanns Erzählungen con S.Ozawa, Peer Gynt con Neeme Yärwi, Saint Francois d'Assise con Kent Nagano e accanto a José van Dam, Dawn Upshaw, Tom Krause), Decca, Capriccio (Der Schatzgräber di Schreker), Philips (Samson et Dalila).