Maida Hundeling

Il soprano tedesco Maida Hundeling ha studiato canto con Werner Schürmann, Nancy Henninger e Martinus Stamos-Vogiatzis. In seguito si è specializzata a Vienna con Walter Berry e Olivera Miljakovic. Nel 1998 ha vinto la borsa di studio “Richard Wagner” per studiare a Bayreuth.
Nel 2003 ha debuttato il ruolo di Marta in Tiefland al Thueringen State Theater di Eisenach e all’Opera di Stato di Praga. Da allora collabora regolarmente con l’Opera di Stato di Praga, prendendo parte a numerose produzioni sia del repertorio tedesco che italiano.
Nel 2006 ha cantato il ruolo di Lisa nella Pikovaja dama al Wuppertaler Bühnen e in dicembre dello stesso anno ha debuttato nel ruolo di Senta in Der fliegende Holländer a Usti nad Labem (Repubblica Ceca).
Nel 2007 ha debuttato al Teatro Nazionale Slovacco di Bratislava interpretando il ruolo di Ariadne in Ariadne auf Naxos di R. Strauss e in agosto ha interpretato il ruolo del titolo in Aida con la regia di Peter Konwitschny a Saarbrücken.
Nella stagione 2008/09 ha interpretato il ruolo di Ellen Orford in Peter Grimes di Britten al Wuppertaler Bühnen e quello di Senta in Der fliegende Holländer all’Opera di Stato di Praga, e quello di Donna Anna nel Don Giovanni all’Estates Theather di Praga.
Nella stagione 2009/10 ha preso parte alla produzione di Tannhäuser (Elisabeth; secondo cast) al Teatro alla Scala con la direzione di Zubin Mehta. Ha interpretato inoltre Elektra (Chrysothemis) a Bolzano, Modena, Ferrara e Piacenza, con la direzione di Gustav Kuhn, Tosca (ruolo del titolo) alla Volksoper di Vienna ed Aida (ruolo del titolo) all’Opera di Stato di Praga.
Ha interpretato con grande successo Les contes d’Hoffmann (Giulietta), Don Giovanni (Donna Anna) e Turandot (ruolo del titolo) all’Opera di Stato di Praga, Il Tabarro alla Volksoper di Vienna e Adriana Lecouvreur (ruolo del titolo) a Passau,Turandot (title role) in Bratislva e alla Volksoper di Vienna, Tosca alla Voksoper in Wien, Fidelio (Leonora) alla Houston Grand Opera, Turandot a Regensburg e Der fliegende Holländer (Senta) all’Opéra de Montréal.

http://maidahundeling.com/


recensioni

Elektra, Bratislava febbraio 2017, direzione Juraj Valcuha

"The Slovakian Filharmonie directed by Juraj Valcuha, who literally caused a miracle: ELEKTRA - in 3 days, he created a complete result. ....A not less stronger part was taken over by the ideal casted soloist, the exposed role of Elektra was - doubtless- excellent embodied by the german Soprano Maida Hundeling. 

She showed the internal developement of the character quietly supported by the changes of the colouring of her dress....."

Pravda, Juraj Bubnáš- Musikolog, 25.2.2017

 

"Elektra caused such effect that this is not only the event of the SF ( Slovakian Filharmonie)  season, but even more THE  absolut outstanding main cutural event of the season 2016/17.

....Maida Hundeling - Elektra, presented her role differetiated dynamic - vibrant, worked out even in the very extreme register up to C ''' (3),she made it to stay vocaly slim and to develope a dynamic sound.

She inhabits a fabulous/ fantastic full-bodied/massy sopran, her drama was excellent worked out - even with her costum (bloody red with black applications to pale icecold grey-white).

Her entrances into the " action" were presented in a strictly concertante way, but eventhough dramatically undergone - GRAND HEROIN!" 

Opera Slovakia- online, Terézia Uršinyova, 26.2.2017