Alexander Kaimbacher

Il tenore austriaco ha studiato musicologia, germanistica e arti drammatiche all'università di Vienna e canto, pedagogia Waldorf e recitazione al Goethenistisches Konservatorium. I suoi insegnanti di canto sono stati Hilde Rössel-Majdan, Bernhard Adler e Constantin Zacharia, ha inoltre frequentato master-classes da Dietrich Fischer-Dieskau e Nicolai Gedda. 

Dal 1999 Alexander Kaimbacher lavora in Europa e negli Stati Uniti come cantante d'opera e concertista. Si é esibito alla Volksoper Wien, Graz Opera Haus, Wiener Klangbogen Festival, Neue Oper Wien, Stadttheater Klagenfurt, nei teatri di Koblenz, Luzern, Meiningen e Potsdam, ai Haydntage Eisenstadt, al Festival Carinthischer Sommer e al Festival di Tel Aviv in Israele. 

Il giovane tenore ha lavorato, tra gli altri, con i direttori Marcello Viotti, Silvain Cambreling, Friedrich Haider, Manfred Honeck, Stefan Soltesz, Christian Thieleman, Zubin Mehta. É uno specialista della musica contemporanea e ha cantato ruoli in diverse prime mondiali, come Die Schöne Wunde / Georg Friedrich Haas al Festival di Bregenz e Geppone in Der Herr Nordwind / Gruber al teatro dell'opera di Zürich. 

Recenti impegni includono Kilian / Der Freischütz al Festival di Salisburgo, Andres / Wozzeck al Teatro dell'Opera di Roma e Kunz Vogelgesang / Meistersinger alla Wiener Staatsoper. Nell‘ottobre 2008 ha debuttato al Teatro alla Scala nella Vedova allegra seguita da Rosenkavalier (Philippe Jordan / Herbert Wernicke). È stato Jaquino in Fidelio nei Teatri di Bolzano e Ravenna sotto la direzione di Gustav Kuhn, ruolo che ha interpretato con successo nel 2011 anche al Regio di Torino (dir. Gianandrea Noseda, regia Mario Martone).

Nel 2012 è al Maggio Musicale Fiorentino per Rosenkavalier (Zubin Mehta / Eike Grams), a Erl per Parsifal (Gustav Kuhn), a Neuschwanstein per Fliegender Holländer, alla Bayerische Staatsoper per Turandot (Marco Armiliato / Carlos Padrissa) e Dialoghi delle Carmelitane (Kent Nagano / Dimitri Tcherniakov).

Le parti più importanti del suo repertorio sono: Zauberflöte di Mozart / Tamino, Don Ottavio, Ferrando e Belmonte, Midsummer Night’s Dream di Britten / Lisandro e Albert Herring, Eugen Oneghin di Tschaikovsky / Lenskij, Falstaff di Verdi / Fenton, Candide di Bernstein / Candide, Der junge Lord di Henze / Young Lord, Nacht in Venedig di Johann Strauss / Herzog e Caramello, Lustige Witwe di Lehar / Zarewitch e Camille de Rosillon e Der Kuhandel di Kurt Weill / Juan Santos.

In aggiunta al suo repertorio operistico Alexander Kaimbacher ha acquisito un vasto repertorio di musica da concerto, oratori e lieder e di musica sacra. Ha cantato tutte le messe di Haydn, Mozart e Schubert, le passioni secondo Giovanni e Matteo di Bach, la Creazione e le quattro Stagioni di Haydn, Die Schöne Müllerin e Die Winterreise di Schubert. Ha tenuto concerti e recital nelle più importanti sale da concerto di tutto il mondo, tra cui il Musikverein di Vienna, la Konzerthaus di Vienna, Brucknerhaus Linz, Grosses Festspielhaus di Salisburgo, Gasteig di Monaco di Baviera, ACF New York e Washington, Kraví Center di West Palm Beach, Van Wezel hall a Sarasota, la Concert Hall di Minneapolis, il Orpheum Theatre di Vancouver, e il Royal Theatre di Victoria.

Durante l‘ultima stagione è stato impegnato in diverse produzioni operistiche alla Staatsoper di Monaco e al Regio di Torino in Zauberflöte / Monostatos.

http://www.alexanderkaimbacher.at/