Patrick Grahl

È nato a Lipsia ed è stato membro del St.Thomanerchor. Dopo gli studi di canto, conclusi nel 2013 con un diploma alla Musikhochschule di Lipsia, si è esibito nel genere dell’Oratorio e nel repertorio concertistico in diverse città tedesche.

Ha seguito corsi con Peter Schreier e Ileana Cotrubas, stimolo importante per il suo lavoro musicale.

Ancora durante gli studi musicali prepara i ruoli di Alfred (Fledermaus), Tamino (Zauberflöte) e Albert (Albert Herring di Britten). Presso l’Opéra di Lyon canta due piccoli ruoli in Elektra e Tristano e Isotta per la direzione di Hartmut Haenchen.

 

Nel 2016 vince il primo premio al Concorso Sebastian Bach di Lipsia. Sono seguiti concerti con il Gewandhausorchester, Dresdner Philharmonie, NDR Radiophilharmonie, Orchestra dell’Accademia Santa Cecilia, Orchestra Verdi di Milano e la London Symphony Orchestra con Sir John Eliot Gardiner, Daniele Gatti, Hartmut Haenchen, Ludwig Güttler, Peter Schreier, Giovanni Antonini.

 

Durante la stagione 2018/19 Patrick Grahl è da sentire nella Messa in si min. di Bach a Mosca con il Münchner Bach Chor, nel Requiem di Mozart alla Bachakademie Stuttgart (dir. Hans-Christoph Rademann) e a Praga (Manfred Honeck), in Messa in do min.di Mozart alla Rai di Torino sotto la direzione di Omer Meir Wellber, nella Missa Solemnis di Leopold Mozart con Alessandro de Marchi al Mozartfest Augsburg, in Elias di Mendelssohn con il Sinfonieorchester Basel e la direzione di Christopher Moulds.

 

In Italia Patrick Grahl si è esibito per la prima volta a Pisa, nell’ambito del Festival Anima Mundi, in Schöpfung di Haydn per la direzione di Hartmut Haenchen e all’Accademia Santa Cecilia in Paradies und die Peri per la direzione di Daniele Gatti.

 

Debutta in Don Giovanni (Don Ottavio) alla Fenice di Venezia nel 2017 nella originale produzione di Damiano Michieletto e per la direzione di Stefano Montanari.

 

http://www.patrickgrahl.de/


recensioni

L'Ape musicale -  Stefano Ceccarelli

Roma / Accademia Santa Cecilia -  Schumann "Paradies und die Peri" direttore Daniele Gatti

...Patrick Grahl, che ha voce chiara ma esile, autenticamente tenorile, riesce molto bene nel canto del giovinetto appestato: «Ach, einen Tropfen nur aus dem See»....  

13.02.2017

Operaclick - Michelangelo Pecoraro

"....Patrick Grahl svolge inoltre i due ruoli solisti del giovine eroe e del giovine innamorato (molto bene)."

20.02.2017