James Joyces. Chamber Music

James Joyce è qui ritratto dal triestino Bruno Chersicla. Un omaggio al grande poeta, scrittore (e musicista dilettante) che a Trieste trascorse undici anni della sua vita e scrisse gran parte dell'"Ulisse", riordinò le poesie della "Chamber music", compose alcuni versi raccolti poi nel ciclo "Pomes Penyeach".
Testi che rivivono nelle partiture di Geoffrey Molyneux Palmer (musicista anglo- irlandese particolarmente ammirato da Joyce), di Luciano Berio, Karol Szymanowski, John Cage e di un altro triestino, Carlo de Incontrera, curatore anche dell'intero progetto.