Jon Ketilsson

II tenore islandese ha iniziato gli studi rnusicali a Reykjavik, proseguendoli a Vienna sotto la guida di Leopoid Spitzer fino a conseguire il diploma presso l'Università della Musica e delle Arti figurative della capitale austriaca. 

Da quel momento comincia una carriera fitta di concerti, registrazioni radiotelevisive ed incisioni discografiche. 

II suo debutto teatrale avviene all’Opera di Stato di Praga come Alfredo in Traviata. Rapidamente il repertorio di Ketilsson si arricchisce di personaggi e titoli noti: Hoffmann / Les contes d’Hoffmann, Macduff / Macbeth, Rodolfo / Bohème, Bacchus / Ariadne auf Naxos, Sergeij / Lady Macbeth del distretto di Mzensk, ed ancora Tamino, Don José, Cavaradossi.

Nel repertorio sinfonico ha partecipato alle esecuzioni della IX Sinfonia di Beethoven, del Messiah di Händel ed Elias di Mendelssohn, dei Requiem di Mozart, Dvořák e Verdi. 

Scritturato nel 1997 dai Teatro di Dortmund, Ketilsson entra a far parte l’anno successivo dell'ensemble stabile dell’Opera di Colonia, del quale farà parte fino al 2000. Nello stesso periodo viene invitato dall’Opera di Francoforte, dai teatri di Essen e Karlsruhe, dal Theater An der Wien, dall’Opera di Losanna, dal Teatro Sao Carlos di Lisbona, dall’Opera di Göteborg, dalla Staatsoper di Monaco e dal Theatre Royal de la Monnaie a Bruxelles (Don José sotto la direzione di Antonio Pappano e di Bertrand de Billy).

Nell’estate del 2000 fa il suo esordio al Festival di Salisburgo nel ruolo di Enea / Les Troyens di Berlioz, direttore Sylvain Cambreling, regista Herbert Wernicke.

Alla Bayerische Staatsoper di Monaco, per la direzione di Zubin Mehta, ha cantato Froh / Rheingold; nel marzo 2002 è stato impegnato al Teatro San Carlo di Napoli nel ruolo principale, Königssohn / Königskinder di Humperdinck diretta da Jeffrey Tate per la regia di Paul Curran.

A Napoli è ritornato per Walpurgisnacht (direttore Gabriele Ferro); nel 2004 ha debuttato a Lisbona in Guido Bardi / Florentinische Tragödie e a Göteborg in Kaiser / Frau ohne Schatten, ruolo ripreso anche a Bruxelles per la direzione di Kazushi Ono.

Alternandosi con Roberto Alagna, ha debuttato nel 2005 Radames / Aida a Copenhagen e nel 2006 Enea / Les Trojens di Berlioz all’Opéra di Parigi (Sylvain Cambreling / Herbert Wernicke). 

Dopo Kaiser / Frau ohne Schatten a Dresda con Marc Albrecht, ha cantato nell’estate 2007 Jasone / Medea di Cherubini al Festival di Atene, cui è seguito Bacchus / Ariadne in Islanda e Don José a Valencia con Lorin Maazel. Nel gennaio 2008 ha cantato Hermann / Neues vom Tage ad Ancona diretto da Bruno Bartoletti, regia di Pier Luigi Pizzi e nel 2010 è stato protagonista in Peter Grimes al Regio di Torino (direttore Yutako Sado), Tannhäuser a Chemnitz, Parsifal a Münster, Siegmund e Siegfried nel Ring di Hagen, Lohengrin a Koblenz.

http://ketilsson.com/news