Kurt Azesberger

Rheingold -  Accademia Santa Cecilia 2013, dir. Kirill Petrenko

“.... una bellissima rivelazione vocale e interpretativa: Mime, il fratello di Alberico, esprime la sua rabbia e la sua frustrazione tramite la voce e la presenza del tenore Kurt Azesberger. Un vero peccato che la sua parte sia alquanto limitatata perchè sentirlo e vederlo è stato un vero piacere.”

La sua carriera concertistica internazionale lo ha portato nei grandi centri musicali europei, dove ha collaborato con direttori di fama quali Frühbeck de Burgos, Welser-Möst, Chailly, Gielen, Masur, Abbado, Harnoncourt. 

Tra le più interessanti produzioni degli ultimi anni ricordiamo: Egisto / Elektra di Strauss al Teatro La Fenice di Venezia, Mime / Rheingold al Petruzzelli di Bari, la ripresa di Ich, Hiob al Carinthischer Sommer, le Stagioni / Haydn a Linz, Gurrelieder al Festival Beethoven di Varsavia, Monostatos in Zauberflöte al Festival di Salisburgo 2011 sotto la direzione di René Jacobs e all’Opera di Roma nella primavera 2012 (Erik Nielsen / David McVicar); Mime in Rheingold alla Fenice nel 2011 (direttore Lothar Zagrosek) e all’Accademia Santa Cecilia nel 2013 (direttore Kirill Petrenko), Oste e Haushofmeister / Rosenkavalier alla Scala (Philippe Jordan / Herbert Wernicke) e al Maggio Musicale Fiorentino 2012 (Zubin Mehta / Eike Gramms), Melot in Tristano e Isotta (Zubin Mehta / Stefano Poda) al Maggio Musicale Fiorentino 2014, Monostatos al Teatro Lirico di Cagliari.