Annalena Persson

Dopo la laurea all’Università dell’Opera di Stoccolma, vince il Concorso Internationale per Voci wagneriane a Bayreuth.

Nella sua nativa Svezia, canta per due principali teatri d’opera. 

Tra i ruoli eseguiti per l’Opera Reale Svedese e Opera di Göteborg  si segnalano: Senta in Der fliegende Holländer, Isolde in Tristan und Isolde, Santuzza in Cavalleria rusticana, Elisabetta in Don Carlo, Salomé, Sieglinde in Die Walküre, Madama Butterfly, Kundry in Parsifal, la Principessa straniera in Rusalka, Tat’jana in Onegin. In tempi più recenti si sono aggiunte anche Tosca, Ariadne auf Naxos, Caso Makropolus, Elektra, Macbeth.

È inoltre Brünnhilde in Walküre e Siegfried per l’Opera North; Salomé alla Nederlandse Opera di Amsterdam e al Teatro Real di Madrid; Chrysothemis in Elektra e Principessa straniera in Rusalka al Théâtre de La Monnaie di Bruxelles; Isolde in Tristan und Isolde a Seattle e a Basilea; Sieglinde in Die Walküre a Parma e Piacenza; Ortlinde in Walküre al Théâtre du Châtelet di Parigi; Isolde e Senta alla Welsh National Opera, Turandot al Teatro Lirico di Cagliari.

Attiva anche sul versante concertistico, ha interpretato la Nona Sinfonia di Beethoven con l’Orchestra Sinfonica di Malmö e la Filarmonica di Stoccolma, l’Orchestra Sinfonica di Göteborg diretta da Gustavo Dudamel, la Chicago Symphony Orchestra diretta da Herbert Blomstedt e la London Symphony Orchestra. Ha cantato inoltre War Requiem di Britten con la Philharmonia Taiwan diretta da Shao-Chia Lü.

Tra gli ultimi impegni si segnalano: Tristan und Isolde in una versione da concerto con la Auckland Symphony Orchestra; la Nona Sinfonia di Beethoven diretta da Kazushi Ono a Parma; Vier letzte Lieder di Strauss e Liebestod con la Singapore Symphony Orchestra; ancora Liebestod con la Filarmonica di Praga diretta da Jiří Bělohlávek a Verona e Perugia.

Tra i direttori con cui ha collaborato citiamo Gustavo Dudamel, Herbert Blomstedt, Adam Fischer, Stefan Soltesz, Marc Soustrot, Christoph Eschenbach, Jesus López-Cobos, Lothar Königs, Marco Letonja, Asher Fisch, Jiří Bělohlávek, Carlo Rizzi, Giampaolo Bisanti.